Shrek 4

… ennon-lo-sò… mhh… è come se questo film l’avessi già visto… vediamo: un nano infido, laido, vanesio e avido di potere, abilissimo nel far firmare contratti-capestro, affetto da insana passione per una enorme oca, riesce ad assurgere al trono grazie alla dabbenaggine di un padre di famiglia insoddisfatto ed in cerca di facili uscite dalla crisi; giunto al vertice, organizza festini a palazzo con centinaia di streghe, mentre popolo e reame vanno in rovina… occacchio…!

(SAPEVO di averlo già visto, ‘sto film… :-/ )

Annunci

Hanno la faccia come il C*L*

Alla luce delle posizioni espresse nell’ultimo meeting di Rimini, Comunione & Liberazione probabilmente ritiene che la cacciata dei mercanti dal tempio fu dovuta ad una insolazione (dopotutto Gesù era biondo con gli occhi azzurri, Zeffirelli insegna).

Trombe, tromboni, trombandi

Macché finiani e pidiellini, il vero sangue scorre tra le rotative (virtuali) di Repubblica e il Corrierone.

Ultimi ad incrociare le penne, il fondatore Eugenione Scalfari e il prode Ostellino, opinionista vetero-liberista [con a fianco la traduzione a cura del casatiello].

Squillo di tromba scalfariano (La Repubblica del 1° agosto 2010)

Originale
Traduzione
“L’incompatibilità del premier con lo Stato di diritto era del resto nota da tempo e da tempo denunciata. Cari amici del Corriere, da tempo vi diciamo che Berlusconi è un pericoloso sàtrapo da basso Medioevo…
La rottura con l’ala finiana del Pdl ne ha dato una conferma talmente plateale che non è più possibile ignorarla senza diventarne complici … ma voi avete fatto orecchie da mercante, fino a diventarne complici.
Quell’incompatibilità costituisce una pregiudiziale che va al di là delle distinzioni tra destra, sinistra e centro. Dite la verità: B. ha rotto gli zebedei a destra, a sinistra e anche a voi centroterzisti.
Fino a quando non sarà eliminata il rischio d’un regime autoritario incombente resta di altissimo livello e richiede decisioni dettate ormai dall’emergenza E tirate fuori le palle dal cassetto della scrivania, una buona volta!!!
Non si tratta di non mettersi l’elmetto, come per tanto tempo e tuttora esortano quelli che si bendano gli occhi per non vedere e si turano le orecchie per non sentire Finora avete fatto i pesci in barile…
Si può combattere anche a testa nuda purché si sia consapevoli che il peggio è già avvenuto e non può essere arginato cedendo ulteriormente terreno.” … ma adesso che siamo allo scontro finale, persino un’accolita di tremebondi pusillanimi come voi può venir buona… Purché sia chiaro che siamo arrivati prima noi, gne’, gne’, gne’…!!!

A destra risponde la campana ostelliniana (Corriere della Sera, 2 agosto 2010)

Originale Traduzione
“Da parte del giornalismo liberal Quei sorci rossi di Repubblica,
— che ama dettare la linea all’opposizione non contenti di essersi messi in tasca buona parte deiNOSTRI lettori di sinistra,
— si suggeriscono a Fini, come presidente della Camera, persino ritmi e modalità per rendere difficile la vita al governo. adesso vogliono fregarci pure i moderati-destrorsi, il nostro pane, vigliacchi!!!
Si tratta di far fuori il «caimano» e ogni mezzo è lecito. Hanno visto troppi film di Moretti, questa è la verità!
La separazione dei poteri, le garanzie costituzionali, insomma, il liberalismo, sono temporaneamente sospesi La separazione dei poteri, le garanzie costituzionali, insomma, il liberalismo, sono temporaneamente sospesi da anni, ma a noi ha fatto comodo, finora, fare finta di niente…
da coloro i quali — dopo essersi autoproclamati i soli, autentici e rigorosi custodi della Costituzione e della coscienza civile del Paese … e ci è andata bene, finché quei vermi si sono inventati ‘sti post-it del piffero…
— conferiscono all’istituzione che regola i lavori del Parlamento un mandato «politico» che non le compete: far cadere il governo … e adesso si prenderanno anche il merito della prossima caduta del governo!!!
Non è solo una contraddizione rispetto a quanto sostenuto finora, ma anche e soprattutto, una manifestazione di irresponsabilità.” Non avete idea di quanto ci faccia rosicare tutto ciò, dopo anni di puntate sicure su cavalli vincenti!!!

Neolandia e la Cimurria: una scelta da rispettare

Ci vuole invero una buona dose di sfrontatezza per affrancarsi dalla polarizzazione imperante ed avere il coraggio di non schierarsi, nel gioco al massacro che ha visto prevalere, nella martoriata terra di Sciampunia, la coalizione di Cimurria.

Ma non s’illuda il candidato Strenuo Caldolesi: noi saremo i primi a segnalare le sue cadute di stile, i suoi compromessi con l’opposizione, i cedimenti a cui inevitabilmente una nuova stagione di governo dopo tanti anni di opposizione condurrà.

Lo faremo, ma senza quella fastidiosa insistenza per la legalità a tutti i costi che caratterizza da troppo tempo un dibattito politico asfittico e senza idee, al quale gli italiani e gli sciampiani hanno sonoramente detto “BASTA!”.

I cittadini si sono espressi, diamo alla Cimurria l’oppurtunità di dimostrare che sa essere anche parte dello stato e non solo contro di esso.

Tizzone Terzista

Chi ci difende dai difensori?

Il Ministro della Difesa, Ignazio La Russa, intervistato dal Riformista traduzione del Casatiello
“Non vorrei fare la parte dell’eversivo ma lo dico chiaro e tondo: Me ne frego se dite che sono eversivo, qua ci giochiamo gli zebedei
noi attendiamo fiduciosi i verdetti sulle nostre liste, ma non accetteremo mai una sentenza che impedisca a centinaia di migliaia di nostri elettori di votarci alle regionali. i giudici possono menarla quanto gli pare, basta che poi rimedino ai casini che abbiamo combinato
Se ci impediscono di correre siamo pronti a tutto” Se fanno i fessi, dico due paroline al Sismi. O alla Folgore, se mi fanno veramente incazzare.

Lòv, lòv, lòv…

L’amore vince sempre sull’invidia e sull’odio” – Autori Vari (Silvio Berlusconi e il Suo Popolo)

lov’ lov’ lov’… (cit.)

Prossimamente:

  • “L’Amore vince anche sull’avarizia e la pigrizia”
  • “L’Amore fa patta con la superbia e l’accidia (no contest con la lussuria)”
  • “L’Amore è bello, l’odio è brutto”
  • “L’urlo dell’Amore terrorizza anche le procure”

Il congresso della finocchiona

Chianciano frequentata da parecchi tristi figuri, in questi giorni…

Non ho nulla contro i Radicali, sebbene nella lista dei loro iscritti storici sia rintracciabile il più dettagliato elenco di mignottoni della politica che la storia repubblicana possa offrire (ultimo, ma non ultimo, il bamboccione carrierista). Però di solito al loro capezzale (pare che stiano sempre per tirare le cuoia, eppure sono più coriacei di Andreotti) arrivano quasi tutte le mezze figure che formano l’attuale pantheon politico italiano.

Tra tutti i partiti citati in questa epocale scena di Caruso Pascoski (di padre polacco), solo i Radicali ancora resistono. Sarà perché si pongono sempre obiettivi al di sopra delle loro possibilità, assicurandosi pertanto una eterna tensione verso il futuro…?

Va a finire che gli unici a non camminare con la zavorra sulle spalle e la testa girata indietro sono loro…

Pensavo fosse odore, invece era diossina

Napoli è "ripulita" dalla monnezza.
Napoli si è lasciata dietro le spalle l’emergenza.

Parola di Rosetta.
La vecchia stele, diventata sindaco della prima città libica (battuta leghista: incomincio ad apprezzare… segnale pericoloso? sarà la diossina?), dimentica del suo ruolo di interprete, le spara sempre più grosse e ad ottave sempre più alte. Attendo cupidamente che sfondi il muro ultrasonico, così almeno romperà i timpani solo ai cani.

Può essere che Napoli si sia gettata la monnezza alle spalle, e questo è ciò che appare dai mass media, nel  clima da "non disturbare l’intrallazzatore" che si è subito instaurato dopo la dismissione di Bertie Bertolaso, cavallo vanesio, ma che almeno dava a vedere di volerci provare, a fare la corsa…

Sì, se l’è gettata alle spalle. Ma alle spalle di Napoli ci siamo noi, l’hinterland, la provincia, l’asse mediano, il degrado, chiamatelo come cazzo vi pare. Persone, un tempo. Ora solo plebe, incapace, per la gran parte, di reagire, oltre sterili e pericolosi "focarazzi" (in TV li chiamano "roghi", richiamando involontariamente la purificazione inquisitoria medievale; mi sembra adatto al medioevo tecnologico in cui siamo entrati a vele spiegate, come sempre primi in Europa, forse nel Mondo).

Quando ancora, ogni sera, si sversano nei campi e negli spiazzi stradali tonnellate di rifiuti speciali e tossici da tutta Italia (e i miasmi si propagano come per una maligna malìa dell’aria, immobile), e tutto il resto ridotto in cenere speciale (da trattare ad opera di aziende specializzate), quando ancora tutto questo accade ogni notte, ed impregna porte, finestre, infissi, mobili, lenzuola… C’è ancora questo, eppure già ci sono soldi per la bonifica dei terreni, il mega-affare che si intravede in fondo ad un orizzonte verde tenebra.

Ma sì… che la monnezza ci seppellisca tutti, politicanti e popolodimmerda!